Crea sito

Riflessioni di fine anno, di Roberta Turci

Il 2018 è stato per me un altro anno di grande crescita. Intenso, costruttivo, emozionante. Ho spezzato schemi, modificato dinamiche, deposto armi. Ho smesso di combattere contro quello che avvertivo come un freno. Mi sono arresa, l’ho lasciato fare. Ho imparato a stare nella gratitudine, ogni giorno. Prima lo dicevo a parole. Adesso è un’emozione, vera, profonda. È una vibrazione che sento, e mi dà forza a ogni passo. Ho mostrato più spesso il dolore, e molto meno la rabbia. Non ho più paura che gli altri vedano la mia vulnerabilità. Certo, non la offro in pasto a chi non la saprebbe accogliere. So proteggermi.
Ogni tanto ho ancora voglia di prendere qualcuno a sprangate nei denti. È dolore che ancora non va via… E so che ogni ostacolo è un’occasione per superare un altro limite.
Ma sono sicuramente molto più sulla mia strada, molto più simile a me. Faccio cose che amo, incontro sempre più persone che vibrano alla mia frequenza, so accogliere quello che arriva e riconoscerne il valore. Lascio che il mio corpo si esprima e imparo a prendermene cura, ogni giorno un po’ di più. Anche in questo ho ancora molto da fare… Ci sono persone che mi vedono per quella che sono, e persone che forse non ci riusciranno mai. Per questo a volte è immensa la gioia, altre è infinito e profondo il dolore. Ci sono cose che ancora fatico ad accettare, pur comprendendo che sono funzionali alla mia crescita. Ogni tanto sono stanca di crescere, e mi sento come se certe lezioni fossero riservate solo a me, ma ho imparato ad accorgermi in fretta delle vecchie ferite che si attivano a tradimento, e le guardo, le accarezzo, le curo. Non mi fregano più. 😏 Sono sicura che arriveranno nuove sfide, che qualcosa ancora emergerà dall’ombra, che mi sorprenderà. E mi sembrerà che tutto sia stato inutile, e mi sentirò sprecata, sola, spaventata. Ma sono anche sicura che saprò attingere alle risorse che ho finalmente attivato, al mio coraggio, alla mia forza, e saprò trasformare ogni ombra, come sempre. E so anche che la vita saprà sorprendermi con la gioia di miracoli inattesi, come già è accaduto quest’anno… Oggi mi è rimasto lo stesso rimpianto di un anno fa: nemmeno nel 2018 ho visto il mare. Rimedierò presto, questa volta lo farò davvero. Ho comunque navigato nel mio oceano interiore ogni giorno, sono annegata nelle emozioni e riemersa ogni volta, ho costruito zattere con relitti e superato barriere di sassi e corallo. Ho cavalcato onde anomale, gettato salvagenti. Qualche volta, li hanno gettati a me. Ho scrutato l’orizzonte, ammirato albe e tramonti, mi sono lasciata cullare dalle acque, e sono approdata sulla riva. Ma è già tempo di ripartire, infinitamente grata per tutto ciò che è stato, per ciò che è e per ciò che sarà. 🙏

💖robi💖

Pubblicato da illuminamilanima

Chimico, Counselor, Astrologa. Parola chiave: trasformazione