Crea sito

LA COLECISTI, IL VISCERE DEL CORAGGIO E DELLA CAPACITÀ DI DECIDERE

Nella nostra società ci sono moltissime persone che soffrono di problemi alla cistifellea, che in molti casi viene addirittura asportata. Nell’antichità, in Cina non si arrivava mai all’asportazione chirurgica: per ripristinare l’equilibrio di un organo o di un viscere, si modificava l’alimentazione e si ricorreva all’agopuntura e alla fitoterapia cinese. Tuttora, è possibile evitare l’asportazione di organi e visceri ripristinandone l’equilibrio energetico.

Senza dubbio, per tutelare la colecisti, l’alimentazione è il primo fattore da controllare: vanno evitati i cibi grassi, piccanti e gli alcolici, ad esempio. Ma c’è un altro fattore determinante: le emozioni.

Secondo la Medicina Tradizionale Cinese (MTC) ogni organo o viscere è associato a un’emozione: fegato e cistifellea, che sono complementari, sono associati alla rabbia. Se reprimiamo la rabbia, la tratteniamo a lungo e non la esprimiamo, si genererà nel tempo un disequilibrio energetico che può arrivare a danneggiare seriamente gli organi.

Meglio dunque prendersi cura della nostra colecisti, sia dal punto di vista alimentare sia emozionale, soprattutto in primavera.

Secondo la MTC, infatti, la stagione primaverile è associata all’energia dell’elemento Legno, al quale sono connessi Fegato e Vescicola biliare, conosciuta anche come colecisti o cistifellea.

La primavera rappresenta l’inizio di ogni cosa, e la colecisti è proprio associata alla capacità di iniziare le cose, di intraprendere un nuovo cammino, di prendere decisioni e di agire per concretizzare idee e propositi.

Anche il nostro rapporto con l’espressione artistica (cantare, recitare, ecc.) e con l’amicizia, la fedeltà, la complicità nelle relazioni amorose, è connesso con l’elemento legno.

Per la medicina ufficiale, la vescicola biliare ha la funzione di raccogliere e secernere la bile, sostanza fondamentale per il metabolismo dei grassi: è il braccio destro del fegato, e ha il compito di concretizzare la spinta energetica che arriva da quest’ultimo.

Analogamente, la colecisti ha un ruolo importante nella digestione psicologica degli eventi della nostra vita.

Quando soffriamo a livello della cistifellea (infiammazioni e litiasi biliari, colecistiti) significa che abbiamo difficoltà a gestire i nostri sentimenti e a chiarirli anche a noi stessi.

Sul piano psichico, l’energia della colecisti risponde alle domande:

  • “Qual è il mio posto?”
  • “Sono riconosciuto dagli altri?”
  • “Sono amato per quello che faccio e che rappresento?”

La persona che ha disturbi a carico di questo viscere, si sente vittima di ingiustizie e tende a giustificare le proprie azioni, spesso mentendo anche a sé stessa.

Ha le idee confuse su quello che è vero e giusto, e risponde a una morale che magari non condivide, ma almeno la esonera dal prendere decisioni autonome e autentiche che potrebbero mettere in discussione le sue sicurezze. Affidandosi a un’autorità esterna, cerca di evitare la colpa.

Ma così facendo accumula rabbia, perché agisce per avere l’approvazione altrui, e non ascolta i propri veri sentimenti e desideri.

La rabbia si cristallizza nei calcoli biliari, e frustrazione e risentimento possono arrivare a compromettere irrimediabilmente la funzionalità della colecisti.

Se l’energia della cistifellea non è in equilibrio, la digestione è difficile e lunga, e ci si sente giù di tono, si manca di dinamismo. Il meridiano della vescicola biliare, che è complementare del meridiano del fegato, è infatti collegato al tono muscolare, ai tendini e all’elasticità (non solo fisica!) di un individuo.

Con il fegato, governa anche gli occhi e il senso della vista. Attraverso lo sguardo, l’individuo cattura l’attenzione altrui, seduce, cerca il riconoscimento.

Se invece la sua energia è equilibrata, dà una grande forza che permette di prendere decisioni importanti, fornendo il coraggio per affrontarle senza ripensamenti. Inoltre, conferisce capacità intuitive e apre il canale dei sogni.

In sintesi, il fegato progetta e la colecisti realizza. La sua energia è quindi fondamentale per passare all’azione.

Anche l’astrologia può fornirci qualche utile indicazione per comprendere, attraverso il tema natale, se la nostra colecisti può nel tempo rivelarsi un punto debole. Si tratta comunque di indicazioni generali, per nulla esaustive.

Il segno maggiormente interessato da questo tipo di disturbi è il Capricorno, e quindi anche tutti coloro che hanno un Saturno forte nel tema, il Sole in X casa, o il MC nel segno, ma anche chi ha Marte retrogrado o aspetti dinamici tra Marte e Saturno. In generale, tutti gli aspetti che indicano un blocco della volontà, paura del cambiamento e rigidità (quindi anche, per esempio, Luna e Marte in Toro o in II casa) possono manifestarsi con disturbi a livello della colecisti.

Il senso del dovere, la mancanza di flessibilità, non cambiare idea, adeguarsi alle regole stabilite da una qualche autorità (rivelando un rapporto irrisolto con la figura paterna), la paura di perdere la sicurezza e la reputazione, sono tutte caratteristiche delle persone con squilibri energetici a livello della vescicola biliare.

Dal punto di vista della MTC, per favorire l’attitudine al coraggio è perciò necessario riequilibrare l’energia dell’elemento Legno, e quindi di fegato e soprattutto cistifellea.

L’alimentazione, il movimento fisico e un lavoro su di sé e sul proprio equilibrio emozionale, l’autoanalisi, la capacità di mettersi in discussione e di chiedere aiuto, se necessario, per sciogliere blocchi spesso inconsci, sono fondamentali.

Il primo passo è cambiare le proprie abitudini, e predisporsi così al cambiamento. Più ci ostiniamo a rimanere in schemi conosciuti e in situazioni comode, più è difficile permettere all’energia vitale di fluire in noi.

Si tratta di un tema più che mai attuale in questa primavera e ancor più in questi giorni, con il Novilunio in Ariete, che ci invita ad avere il coraggio di agire nella direzione del nuovo, uscendo dalla zona di comfort, dove ci sentiamo al sicuro, ma spesso sacrifichiamo parti essenziali di noi stessi, fino ad ammalarci.

E la tua colecisti, come sta?

Roberta

N.B. Se vuoi approfondire la MTC, puoi consultare i seguenti siti, che trovo molto interessanti:

https://www.lauravannimedicinacinese.it/

https://viverelenergia.it/

L’immagine è tratta dal sito Iheartguts.com

Pubblicato da illuminamilanima

Chimico, Counselor, Astrologa. Parola chiave: trasformazione